Mercati Esteri Primo piano

L’esplosione delle potenzialità del mirtillo e i mercati internazionali

L’esplosione delle potenzialità del mirtillo e i mercati internazionali

In crescita l’attenzione delle aziende agricole e delle riviste specialistiche, come ItaliaFruit.com, sulle potenzialità e le prospettive del mirtillo. Le esperienze internazionali dimostrano che il potenziale del mirtillo è enorme, non tanto come frutto accessorio ma come prodotto base dell’alimentazione. Il mirtillo fa parte dei superfood, è pratico e in linea con le tendenze alimentari del momento: insomma, tutto gioca a suo favore. Il mercato mondiale del mirtillo si è espanso rapidamente e la domanda continuerà a crescere sebbene nessuno ne conosca il vero potenziale. Il più alto consumo lo vediamo in Canada, con una media pro-capite annua di 3 kg e una penetrazione del 70%. In Europa siamo ancora molto lontani, ma nel Regno Unito il consumo è circa 1 kg per persona e più del 45% della popolazione acquista i mirtilli. L’Italia è ancora più lontana, ma il consumo è in aumento. La categoria sta continuando a performare negli anni con continue crescite in doppia cifra, non sono tante le categorie che si possono permettere simili vendite, soprattutto con un valore medio alto per il settore ortofrutta. Le potenzialità del mirtillo sono ancora tutte da scoprire, ma possiamo raggiungere livelli più alti.

La shelf-life aumentata grazie alla tecnologia ha permesso a noi distributori di trattare costantemente il prodotto durante tutto l’anno e siamo stati premiati dai consumatori, che hanno iniziato a conoscere i benefici di questi frutti. Anche la produzione italiana negli ultimi anni ha lavorato tantissimo, ha cercato di diversificare gli areali produttiva e dal Nord, dove era concentrata, si è trasferita in tutta la Penisola per cercare di allungare la stagione.

I consumatori, a differenza di altre categorie, sui frutti di bosco non fanno una gran distinzione tra prodotto nazionale ed estero: apprezzano maggiormente il beneficio del mirtillo piuttosto che la provenienza. Consumatori più informati, consumatori giovani che approcciano il frutto, le vendite in crescita dovute alla conoscenza del prodotto e all’innovazione, sono leve che possono consentire al mirtillo di divenire un prodotto importante per il mercato internazionale e per quello italiano.

Per il mercato italiano, il 2021 potrebbe rappresentare un ottimo momento storico per promuovere le potenzialità del prodotto attraverso la comunicazione, la divulgazione online e la creazione di portali digitali per descrivere le potenzialità del mirtillo e quelle del prodotto specifico. Anche in questo caso la Digital Transformation nel settore Food ha avuto un impatto enorme, a partire dai meccanismi stessi della produzione, che sono i meno visibili al “pubblico”, ma sono decisivi, perché è da lì che parte tutto“, ha dichiarato Domenico Letizia, giornalista e Consulente Food Marketing & Communication, nonchè co-founder di InfoAgrifood.it.

Le soluzioni digitali ruotano tutto intorno alla massima inter-connessione, alla raccolta di un enorme numero di dati e alla loro interpretazione profonda e intelligente, ecco perché alla definizione di “Big Data” si tende a preferire quella di “Smart Data” e “Deep Data”, ma anche alla progettazione di applicazioni dedicate costruite su misura delle esigenze della singola company.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.