Food

La Dieta Mediterranea tra cultura e valorizzazione digitale

La Dieta Mediterranea tra cultura e valorizzazione digitale

La Campania può divenire la regione per eccellenza per la promozione della Dieta Mediterranea. Il Museo Virtuale della Dieta Mediterranea realizzato dal MedEatResearch – Centro di ricerche sociali sulla Dieta Mediterranea, nell’ambito del Progetto “Opere e vite”, rappresenta un hub di ricerca e cultura da valorizzare e conoscere. Salvaguardia e promozione digitali dell’oralità e delle tradizioni legate al patrimonio immateriale della dieta mediterranea in Campania e nelle comunità emblematiche UNESCO finanziato dalla Regione Campania sono i pilastri del Centro.  Fin dalla sua nascita, il Centro indaga la genesi della Dieta Mediterranea che il 16 novembre 2010 è stata proclamata dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Esplora, in particolare, la storia dei cibi e le tradizioni alimentari del Mediterraneo in un’ottica multidisciplinare – pedagogica, antropologica, sociologica, etico-ambientale, medico-scientifica e multimediale – lavorando a stretto contatto con medici, nutrizionisti, esperti di malattie del metabolismo e scienze dell’alimentazione, nonché comunicatori crossmediali. L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere il patrimonio alimentare del Mezzogiorno d’Italia e incentivare gli scambi culturali sull’enogastronomia dei diversi Paesi dell’area mediterranea.

Il Museo Virtuale della Dieta Mediterranea è un progetto di raccolta e digitalizzazione delle memorie legate all’alimentazione mediterranea e nello specifico alla Dieta Mediterranea. Nel Museo è possibile incontrare le testimonianze dei “pionieri”, ossia di coloro che hanno scoperto e studiato la Dieta Mediterranea; le narrazioni dei nonni campani, le nostre “biblioteche viventi”, che sperimentano ogni giorno questo stile di vita come elisir di giovinezza; quelle degli “esperti” di enogastronomia nel campo della ristorazione e della produzione che la diffondono ogni giorno con le loro attività oltre a testimonianze d’eccezione di scienziati ed artisti che con le loro opere ne conservano e restituiscono il valore sociale. Nella sezione “Educazione” del Museo sono raccolte pillole video sulla storia della Dieta Mediterranea raccontata dagli antropologi Elisabetta Moro e Marino Niola, sugli strumenti educativi innovativielaborati dal MedEatResearch come la “nuova Piramide alimentare della dieta mediterranea” e l’“Edutest della dieta mediterranea”, realizzati in collaborazione con esperti di scienze della nutrizione e malattie del metabolismo dell’Università Federico II.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.